Il cinema nel cuore di Ortigia: scatta l’Ortigia Film Festival

Più forte del Covid e della crisi che ha determinato il rinvio di molte iniziative, l’Ortigia Film Festival non si ferma. La dodicesima edizione della rassegna internazionale, che attira a Siracusa celebrità e appassionati di cinema, si svolgerà regolarmente anche quest’anno. Il tutto, naturalmente, nel rispetto delle misure anti-Covid. Dal 18 al 23 agosto, infatti, lungo le vie e i cortili dell’isola di Ortigia, il cinema tornerà ad essere protagonista.

Proiezioni sotto le stelle

Sotto il cielo di questa antica isola, patrimonio dell’Umanità Unesco, sarà possibile assistere alle proiezioni delle opere in concorso, oltre agli eventi collaterali legati al festival. Anteprime, documentari, cortometraggi, speciali: tutto si svolgerà nelle arene all’aperto ricavate in alcuni angoli incantevoli di Ortigia. In particolare, per questa XII edizione, le location scelte sono: l’Arena Logoteta, l’ex convento di San Francesco e il solarium SDRA-In Nettuno. Luoghi suggestivi che offrono la possibilità di assistere alle proiezioni tra il barocco dei vicoli, le architetture pregiate o in riva al mare.

 

Le categorie in concorso

Tre le sezioni competitive, due quelle non competitive. Quelle competitive sono: Concorso lungometraggi italiani opere prime e seconde; Concorso internazionale cortometraggi; Concorso internazionale documentari. Quelle non competitive sono: Cinema Women; Cinema e Moda. Inoltre, si segnala l’evento speciale fuori concorso, che quest’anno sarà “Il delitto Mattarella”, di Aurelio Grimaldi. Il regista siciliano porta sullo schermo uno degli eventi più tragici della recente storia siciliana, ricostruendo il clima politico che ha preceduto l’omicidio e gli intrecci tra mafia, politica, terrorismo e servizi segreti. I lungometraggi in concorso sono cinque e comprendono alcune tra le pellicole più interessanti del momento. La giuria per lungometraggi e cortometraggi sarà presieduta dall’attrice Galatea Ranzi. Con lei ci saranno altri due attori: Daniele Pecci e Andrea Carpenzano. Per i documentari la giuria sarà presieduta da Pierfrancesco Li Donni, regista, presidente e tutor didattico del CSC - Centro Sperimentale di Cinematografia Sicilia.

 

I lungometraggi in gara

Si parte il 18 agosto con “Maternal” di Maura Delpero. Il film, che indaga le diverse prospettive dell’essere donna e madre, ha tra le protagoniste Lidiya Liberman, che incontrerà il pubblico al termine della proiezione. Il 19 agosto sarà la volta de “Si muore solo da vivi”, opera prima di Alberto Rizzi, una commedia sulle seconde occasioni della vita. Il 20 agosto sarà il turno di “Nevia” di Nunzia De Stefano: speranza e senso di giustizia nella difficile quotidianità di un’adolescente caparbia, cresciuta nel campo container di Ponticelli, alla periferia di Napoli. Il 21 agosto toccherà a “Favolacce”, opera seconda dei fratelli D’Innocenzo. Il film, interpretato da Elio Germano, che ha vinto il premio come miglior attore al Festival di Berlino, si è aggiudicato anche l’Orso d’Argento per la sceneggiatura e ha trionfato ai Nastri d’Argento. Si chiude, infine, il 22 agosto con la commedia “D.N.A. - Decisamente non Adatti”, il primo film da registi di Lillo & Greg.

 

I premi

Per la sezione Concorso Lungometraggi opere prime e seconde italiane verranno assegnati i seguenti premi: Premio Miglior Film OFF12; Premio Miglior Interprete OFF12; Premio SIAE Miglior Sceneggiatura OFF12. A questi si sommano il premio Miglior Film, attribuito dal pubblico, ed i premi assegnati dal portale Cinemaitaliano.info al Film e all’interprete dell’anno “Veramente Indipendente”.

 

Dodici edizioni, un festival sempre più amato

L’Ortigia Film Festival è ormai un appuntamento estivo fisso per i tanti appassionati di cinema. Un festival suggestivo che nel 2019 è stato insignito della prestigiosa Medaglia d’onore del Presidente della Repubblica. “Mai come quest’anno - dicono le direttrici artistiche Lisa Romano e Paola Poli - è importante che la cultura e il cinema si facciano sentire e che la pluralità di voci di un settore fortemente penalizzato dall’emergenza sanitaria sia ascoltata grazie a quanti saranno presenti e sosterranno questa edizione del festival. Abbiamo voluto fortemente riaccendere i proiettori nell’isola di Ortigia per assolvere anche quest’anno al nostro dovere di intrattenimento e divulgazione culturale”. Madrina d’eccezione della dodicesima edizione di Ortigia Film Festival sarà Barbara Tabita. Con lei ci saranno anche l’attore Alberto Gimignani, nella veste di padrone di casa, e il critico cinematografico Steve Della Casa, che modererà gli incontri con attori e registi. L’immagine ufficiale che ha ispirato il manifesto del Festival 2020 è dell'artista Paolo Campagnolo.

Se ami il grande cinema e vuoi godertelo sotto le stelle del cielo del Sud, tra classicità e barocco, non mancare. Per tutte le info, vai al sito ufficiale dell’Off (clicca qui).