Modica, meraviglia barocca alle pendici degli Iblei

Un gioiello incastonato tra i verdi monti Iblei, nel cuore dell’incantevole Val di Noto. Modica è un borgo dalla bellezza ammaliante e dalla storia antica, un luogo ricco di testimonianze artistiche, sapori e cultura, celebrato anche da illustri letterati.

 

Un borgo antico, patrimonio dell’Umanità

Lo scrittore siciliano Gesualdo Bufalino definì Modica un teatro di pietre rosa, “una festa di mirabilia”. E ancora: “un paese in figura di melagrana spaccata; vicino al mare ma campagnolo; metà ristretto su uno sprone di roccia, metà sparpagliato ai suoi piedi; con tante scale fra le due metà, a far da pacieri, e nuvole in cielo da un campanile all’altro”. Modica si trova a pochi chilometri da Ragusa, in Sicilia Sud Orientale, e fa parte del Val di Noto, dichiarato patrimonio dell’Umanità Unesco nel 2002. È un borgo adagiato su un altopiano roccioso e si sviluppa su due livelli: Modica Alta e Modica Bassa. La città era attraversata da fiumi e corsi d’acqua, caratteristica che facilitò la nascita di tantissimi mulini. La sua storia è antichissima: i primi insediamenti risalgono all’epoca preistorica, mentre c’è traccia della presenza di una città, Motyca, già dal III secolo a.C.

 

La Contea di Modica

Modica ha attraversato dunque tutte le dominazioni esistenti in Sicilia. Dai greci ai romani, dai bizantini agli arabi, ai normanni. Nel 1296 essa divenne capitale della Contea e uno dei centri più importanti dell’isola. Le famiglie nobiliari di Modica erano molto influenti e il territorio della Contea comprendeva le città del ragusano, più altre città sparse in Sicilia. Questo fu un periodo molto florido per Modica, che ne ricavò importanza politica, ricchezza e splendore. Almeno fino a quando il terremoto del 1693 la distrusse e le fece perdere la centralità che aveva avuto fino a quel tempo. La ricostruzione permise di sviluppare maggiormente la parte bassa del paese, dando vita a quella che è la splendida forma urbana attuale.

 

Il barocco

Modica è una città barocca, un vero e proprio museo a cielo aperto. I palazzi, le chiese sono testimonianze visibili di una architettura che conserva tratti di unicità. Dal duomo di San Giorgio, con la sua sontuosa scalinata e la meravigliosa vista, alla chiesa di San Pietro, anch’essa caratterizzata da una scalinata monumentale. E poi i bellissimi palazzi: Palazzo degli Studi, Palazzo Grimaldi, Palazzo de’ Mercedari. Oltre al bellissimo teatro Garibaldi. Ma non solo barocco: a Modica vi sono i segni anche delle architetture precedenti. Si pensi ad esempio alla Chiesa del Carmine, all’Oratorio di San Giacomo o al portale De Leva, opere in cui domina il gotico.

 

La patria di un tipico cioccolato

La cultura e la storia da queste parti si mischiano anche con i sapori e l’enogastronomia. A Modica si possono gustare i piatti della tradizione degli iblei. Dai dolci di ricotta, ai biscotti tipici (come i mustazzola, con mandorla e miele), al “salato”, come i ‘mpanati, focacce con diversi ripieni. Ma quando si pensa a Modica, oggi, si pensa principalmente al cioccolato tipico. Un cioccolato lavorato a freddo, secondo la tecnica delle origini, eredità della dominazione spagnola del 1500. Un prodotto che è ormai esportato e celebre in tutto il mondo.

 

Modica: passeggiare nella bellezza

Per respirare e assaggiare tutta la bellezza di Modica, è sufficiente passeggiare tra i suoi vicoli, le strade che si inerpicano tra Modica Alta e Modica Bassa. Saliscendi, viottoli che passano sotto archi maestosi, scalinate che regalano scorci unici. Per non parlare del famoso belvedere dal quale è possibile ammirare tutta la città e la vallata circostante. Passeggiare per corso Umberto I, il corso principale, è una immersione nella tradizione, nei profumi, nei sapori delle botteghe, delle pasticcerie e dei ristoranti tipici. Il tutto alzando lo sguardo verso l’imponente Castello dei Conti, con la sua caratteristica torre dell’orologio. Ma anche spostandosi nei dintorni è possibile godere di tanta bellezza, come quella della campagna modicana, con i suoi colori e i suoi muretti a secco. Modica è questo e tanto altro. Uno spettacolo naturale, una meraviglia urbana da vivere in qualsiasi momento dell’anno.