Caffè Barbera, la qualità e l’ambiente

una visione lungimirante

Caffè Barbera, la qualità e l’ambiente

Imparare dal passato, operare al meglio nel presente, anticipare il futuro: si potrebbe riassumere così la filosofia di Caffè Barbera, che punta fortemente sulla qualità certificata e investe, senza indugi, in settori fortemente innovativi.

Come è noto, Barbera aderisce, da oltre 15 anni, a CSC (Caffè Speciali Certificati), un’associazione che garantisce, attraverso procedure molto scrupolose, un elevato standard di qualità, certa e dimostrata.

Caffè Barbera, in questi anni, ha ottenuto le più importanti certificazioni internazionali in materia di qualità. Innanzitutto la ISO9001, che riguarda i sistemi di gestione dell’intero processo produttivo, indicando i requisiti qualitativi che esso deve assolutamente rispettare. Poi, la ISO14001, che identifica una serie di importanti standard internazionali relativi alla gestione ambientale. Infine, la ISO22000, che riguarda la sicurezza alimentare, l’analisi dei rischi e il controllo dei punti critici.

Ogni anno, per l’adozione e il mantenimento degli standard ISO, avviene la verifica da parte di DNV, l’ente internazionale certificatore, che controlla l’efficienza dei processi produttivi, il rispetto dei requisiti di gestione ambientale e la tracciabilità di tutti i prodotti alimentari. Ciò consente di poter individuare qualsiasi problema o punto critico e di avere un maggior controllo in fase di produzione e confezionamento, oltre a garantire, in qualunque momento, la sicurezza alimentare.

L’etica di Caffè Barbera non si limita solo alla qualità certificata, ma si estende anche al rispetto dell’ambiente, l’azienda messinese ha, sin da principio, optato per l’energia pulita, in particolare per il fotovoltaico. Con lungimiranza e sguardo al futuro, Barbera ha aderito, sin dagli albori, all’avvento dell’energia solare in Italia, sfruttando i primi incentivi e installando un sistema di pannelli fotovoltaici che oggi compongono un impianto da 40 KW che produce una media di 4600 KW mese per un totale annuo che oscilla tra 55mila e 60mila KW. In questa maniera, Barbera realizza un risparmio energetico tra il 20% e il 30% e immette in rete l’energia, ricevendo così anche un ritorno economico, abbattendo i costi fissi e, nel contempo, promuovendo la green economy. A ciò si aggiunga anche che l’azienda svolge da oltre 10 anni la raccolta differenziata, seguendo con cura e attenzione tutte le regole che costituiscono il corretto iter di smaltimento.

Qualità, rispetto per l’ambiente e visione innovativa: fare impresa, in modo sano, vuol dire anche questo.

Ti potrebbero interessare anche